Alberi e arbusti di Villasimius

GINESTRA

NOME SCIENTIFICO: Calycotome spinosa L. Link (Leguminosae )

Nome locale: TIRIA

NOME COMUNE: ginestra spinosa

NOMI SARDI: teria, tiria, iscorravoe, prunu aruinu

HABITAT: Arbusto spinoso e ramoso, cresce sulle pendici più calde e aride del Mediterraneo, spesso accanto al lentisco, ai cisti ed alla fillirea. In Sardegna, questa specie cresce fino agli 800 m. di quota, dove crea formazioni compatte e impenetrabili. Le spine la difendono dal bestiame, così come l’alcaloide velenoso che contiene e per il quale in alcune regioni viene chiamata "scannabecco", in Sardegna"iscorravoe".

CARATTERISTICHE: Arbusto alto 1-2 m., con chioma folta formata da numerosi rami intricati e provvisti di spine lunghe e robuste. Ha una corteccia grigiastra e striata; foglie a tre lobi, che cadono nel periodo estivo; fiori di color giallo-dorato; i frutti sono dei legumi lunghi 2-3 cm., neri e lucidi una volta maturi. A causa dei suoi rami intricati e spinosi, talvolta viene utilizzata per fare delle siepi.
In Sardegna, oltre alla ginestra spinosa, crescono altre tre specie principali di ginestre: la ginestra corsica (Genista corsica DC.), la ginestra dell’Etna (Genista aetnensis DC.), che vegeta prevalentemente in zone comprese fra i 500 e gli 800 m.; la ginestra odorosa (Spartium junceum L.), i cui rami verdi sono simili a dei giunchi.

Home