Alberi e arbusti di Villasimius

CISTO

NOME SCIENTIFICO: Cistus monspeliensis L. (Cistacee)

Nome locale: MUDREGU

NOME COMUNE: cisto di Montpellier o cisto marino

NOMI SARDI: mergiu, mudecru, mudeju, mudrecu, cabaddinu, mudregiu, mudregu, murdegu, murdegu biancu.

HABITAT:. Si tratta di una specie che vive in terreni aridi e sterili, dal livello del mare fino ai 1000 m. di quota, in formazioni chiamate cisteti o mista ad altra vegetazione, come erica, corbezzoli, lentischi e filliree.

Viene rifiutata da qualsiasi specie di bestiame per cui viene sistematicamente distrutta dai pastori, che così rendono il terreno sterile e i pascoli più poveri.

CARATTERISTICHE: E' un arbusto sempreverde, alto dai 50 ai 150 cm. Ha piccoli fiori bianchi del diametro di 2 cm. e foglie ovali, vischiose, strette ed allungate, percorse da solchi longitudinali, che emanano un forte odore di resina. In genere, i fiori sono riuniti in gruppetti di 2-8.
Un tempo il cespugliame del cisto, sistemato in fascine, veniva utilizzato come combustibile per i forni.
In Sardegna, oltre al cisto marino, esistono altre tre specie di cisto: il cisto alimo (Halimium halimifolium (L.) Willk), caratterizzato da fiori gialli; il cisto bianco (Cistus incanus L.), caratterizzato da fiori rosa; il cisto femmina (Cistus salvifolius L.), con foglie ovali e pelose e fiori bianchi più grandi di quelli del cisto marino.
Per quanto riguarda l'habitat, si tratta di specie per lo più indifferenti al tipo di terreno che vegetano dal livello del mare sino a circa 1000 m. di quota.

Home