Carbonara 1820-1960
Tracce storiche

Il Nome

Regio Decreto del 14 settembre 1862  con cui si autorizza il Comune di Carbonara  a cambiare il proprio nome in Villasimius. - Archivio Storico del Comune di Villasimius

Non si conosce con esattezza l’origine del nome "Carbonara", che viene attestato per la prima volta in un componimento del XIII secolo relativo alle rendite pisane del Giudicato di Cagliari.

Con ogni probabilità, però, esso deriva dalle estese foreste che un tempo ricoprivano il territorio e fornivano il legname dal quale si otteneva il carbone.

Nel 1862 gli abitanti di Carbonara decisero di cambiare il nome del paese in Villasimius. Non si conoscono, però, i motivi di questa decisione, presa con delibera del 17 agosto 1862.

Il nuovo nome appare composto da due elementi, entrambi voci della lingua latina: "villa", ae, f., casa di campagna, villa, fattoria, tenuta, fondo e "simius",ii, m., scimmia, scimmiotto.

Vengono inoltre riportate da Don Raffaele Perra, parroco di Villasimius dal 1° settembre 1931 al 5 luglio 1934, le seguenti ipotesi sul nome:

1

-Simius da semis-semissis=una metà di un tutto diviso in 12 parti-mezza giornata di terreno;

2

-Simius da semius-tus=mezzo abbrucciato;

3

-Simius da simia, ae=scimmia.

Un’ulteriore ipotesi potrebbe far derivare dalla radice fenicia Š-, generatrice di termini in cui è presente il concetto di luce, calore, il nome dell’antico sito di Simius, dal quale il paese prende nome.

Home